De rerum vinorum (di Giancarlo Buonofiglio e RedBavon)

Ringrazio Red per avermi coinvolto. Il vino mi piace e ne parlo volentieri. Il suo articolo è dettagliato e accurato; io ho un approccio un po’ diverso e faccio fatica coi sommelier. Un pilota può capire poco di meccanica e nulla di ingegneria, gli è richiesto altro. Diciamo che mi garba una vita ad alta gradazione, marchio e prezzo sono la metafisica della fermentazione. Roba da signori insomma. L’ho detto altrove: il mio è un materialismo diabetico.

Pictures of You

Da Sideways – In viaggio con Jack. A sinistra Paul Giamatti, alla sua destra
Thomas Haden Church (foto da Wikipedia)

Punti di vista di due etilici blogger su questa cirrotica società. Pensieri etilici buttati giù a quattro mani e ancora ci vediamo benissimo.

Il vino prepara i cuori e li rende più pronti alla passione (cit. Ovidio)

di RedBavon

Chiacchierando con Giancarlo di comuni passioni etiliche, mi è partita una scheggia che mi farà bannare da tutte le vinerie e mi attirerà gli strali di sommelier e appassionati di vino. Alla schiera, già nutrita, di RedBavon-haterpotrebbero aggiungersi legioni di cinici e semplici passanti cui ciò che sto per battere sulla tastiera potrebbe suonare come un tentativo patetico e inutile di un moralizzatore come tanti s’improvvisano nella Rete. E Pietro d’Amiens, noto come l’Eremita, con le sue predicazioni ne ha mandati parecchi a morire. Io non ho…

View original post 1.992 altre parole

Annunci

Autore: Giancarlo Buonofiglio

Manipolatore di paradossi sito web http://giancarlobuonofiglio.weebly.com/

27 pensieri riguardo “De rerum vinorum (di Giancarlo Buonofiglio e RedBavon)”

  1. Mi sono sempre vantata di non avere mai comprato un vestito (borsa, scarpe…) firmato; qualcuno ha detto che anche quella è una forma di snobismo, e sicuramente lo sarà, ma coi soldi risparmiati comprando un solo vestito senza firma sulla bancarella al mercato, io mi ci faccio un viaggio, se non addirittura due. Quando compro un vestito guardo i colori, il modello, e se mi sta bene, non come si chiama di nome e cognome. E va da sé che la moda è l’ultima cosa al mondo a potermi interessare (ho ancora la gonna comprata coi soldi che mi ha regalato mia nonna per la laurea, quarantun anni fa). Venendo al vino, mi interessa come mi suona – ci avete fatto caso? Ci sono vini che più li bevi e più ti suonano bene – non il nome e cognome stampato sulla carta d’dentità. E il cachemire, se mai me lo potessi permettere (sono una pensionata statale), lo vorrei sulle spalle, non in bocca!
    Quanto alla questione morale, io oltre a quella ne vedo anche una pratica molto egoistica: coi soldi di una bottiglia mi compro da tre a quattrocento libri, oppure faccio da due a quattro viaggi, con cento bottiglie mi ci faccio la villetta col giardino e l’orto e poi mi mangio la mia insalata e i miei pomodori raccolti al momento di preparare la cena ancora caldi di sole (avete mai avuto in bocca dei pomodori caldi di sole? Altro che vino che sa di cachemire!). Ricordo quando mi è capitato di chiedere ai miei scolari: ma voi, se aveste abbastanza soldi, vi comprereste una Ferrari? Più di mezza classe ha risposto sì. Perché? Perché è la Ferrari. Sì, e allora? Allora è la Ferrari. Insistendo viene fuori che fa i trecento all’ora. Splendido! E dove andate a fare i trecento all’ora? Posso avere una macchina che mi dà le stesse prestazioni della Ferrari per un quarto o anche meno del suo prezzo, ma quello che interessa non sono le qualità, bensì i quarti di nobiltà espressi in migliaia – o centinaia di migliaia – di euro: più costa il prodotto che consumo, e più io valgo.

    Piace a 1 persona

    1. che bel commento Barbara, grazie. Condivido e sottoscrivo ogni parola. Non ci conosciamo, ma se vedessi come vado vestito avresti una conferma che vale più di quello che ho (abbiamo io e Red) scritto. Posso solo aggiungere che a me la pubblicità di un prodotto non solo non interessa, ma mi irrita proprio. Più lo promuovono meno l’acquisto. Il mondo va in un’altra direzione e pazienza. Non ho voglia di corrergli dietro. Un abbraccio

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...